Senza categoria

12º Incontro poetico di Poesia Fast. Tema: Le mani. (2ª parte)

12º Incontro poetico di Poesia Fast. Tema: Le mani. (2ª parte)


“Ombra” – Poesia Fast (Anna Ciraci)
Tocco il mondo da lontano
vivo dentro un muro
fatto di cristallo
osservo tutto ciò
che al di fuori accade
lo scruto
lo studio
l’ascolto.
Assaporo il suo profumo.
Non ci son mani
che possono varcare.
Non ci son occhi
che possano guardare.

tutto solo per non
lasciarmi mai toccare.

“Una ad una” – Poesia Fast (Andrea Alfani)
Afferro con le mani le ultime due costole di una cassa toracica
le strappo via dalla colonna vertebrale
una ad
una
come tu hai strappato fiori al mio prato
e ne hai fatto un mazzo odoroso e mai sfiorito

“Dolce ricordo triste” – Poesia Fast (Maurizio Donte)
Evoco la magia con mani stanche,
lenti gesti di memorie arcane.
Il tuo viso che ho amato tanto,
morbide labbra che baciai in sogno.
Ecco le porgo con le dita aperte
al vento che porterà via
le mie chimere.

“Le mani” – Poesia fast (Sebastiano Impalà)
Le mie mani
su di te,
forza d’uomo
che s’incuneano nell’immenso
dei tuoi fianchi.
Le tue mani
su di me,
intreccio di ulivi siciliani
al confine della sera.
I nostri corpi
si agitano
nel folle gesto
di un amplesso senza fine
sulle strade infuocate
da un sole
zingaro e perplesso.
Amo solo te,
adesso,
unica cellula dal nome infinità.

“Nonna” – Poesia Fast  (Barbara Villa Mastropierro)
Ci accarezzavi occhi e anima
Ci preparavi la merenda e la vasca da bagno
Le tue mani erano il proseguo del tuo cuore
Nonna.

“Le ali” –Poesia Fast (Maurizio Donte)
Tramuto le mie mani in ali
e volo a te sulle ultime nubi.
Solenne cielo che al mio grido t’apri
disvelando il triste vero.
Romantiche notti con le mani giunte:
sogno di te che mai si rivelò sincero.
soffice preghiera, mormorata appena
che alle mie labbra non paresse vera.

“Le nostre mani”– Poesie Fast (Luigia Paglia)
Dipingo ombre cinesi
le mani sul corpo
emozioni disattese

Suono sinfonie
le mani sul volto
estrapolo emozioni

Arpeggi sulle corde
le tue mani avide
affondano nell’anima

Smuovi sensazioni
le tue mani sfiorano
negli antri celati

le mie mani
le tue mani
unite
nell’apoteosi.

“Apoteosi, le tue mani” – Poesia fast (Rossana Roxie Lozzio)
Sono mani che osservo da sempre, le tue…
come farfalle volteggiano,
come un sorriso sorprendono
e spesso si sollevano ad arte
ma restano lontane e distanti, come te.
Se mai un giorno dovessi decidere
di posarle sulla mia pelle…
coscientemente,
con la voglia di farlo,
so che non avrò scampo,
sarà l’apoteosi.

‎”E io, e lei, le mani e NOI” – Poesia Fast (Gino Centofante)
Ogni giorno
ricado su di te
sulle tue grosse
e prudenti mani,
risultato di sforzi
e impieghi salati.
Di notte il tuo
bagliore mi rinvigorisce
mi quieta tutti
gli affanni
che tornano
a trovarmi inaspettatamente;
quelle rughe
dettate dal tempo
sono il mio
oro interiore,
la mia felice eternità,
l’assaporar per
un attimo la perfezione,
che è solo unione
di queste gesti
che mi fai vivere
giocando con
quelle ramificazioni,
con quei prolungamenti,
che affondano e colpiscono
la realtà con tinte di
sbiadite nudità.

“Danzano le mani nella notte” – Poesia Fast (Maurizio Donte)
Attente le mie mani danzano
attorno al fuoco, come suadenti
odalische t’avvolgono di carezze:
io mi rammento, sul sentiero della luna,
pallidi raggi piovuti sui miei ricordi.
Dolorosamente la tua assenza
mi assale, come l’onda del mare notturno
la riva. Erano gesti magici, le tue mani
nelle mie, così furtivi che ancor ne sento
il peso, come se il contatto
si fosse dissolto ora.
Le tue mani dalle dita affusolate
confidenti nelle mie:
le dita intrecciate
in una morbida dolcezza.
Com’è vuota questa notte
che il vento spazza
e di te, dell’amore che ci unì,
nulla nelle mani vuote
ormai mi resta!

“Le mani” – Poesia  Fast (Barbara Villa Mastropierro)
Si stringono nel buio
si cercano nella luce
si trovano e non si lasciano più,
due mani si intrecciano
due vite si uniscono
per l’eternità.

“Carezze” –Poesia Fast (Annalisa Civitelli)
Mani su
volti e corpi da calmare.
Mani su
acqua fresca da toccare.
Mani sulla
Luna per vivere la sua intensità.

“La tua mano” – Poesia Fast (Rosa D’agostino)
Accarezzami,

fammi sentire tua,
sfiorami con la tua mano,
fammi sentire il calore,
l’ebbrezza che mi fa volare.
Sfiorami dolcemente
con la tua mano
che mi fa impazzire .
Prendimi per mano
tienila stretta a te,
raggiungeremo l’estasi
saremo noi due
a toccare il paradiso.

”Noster Homo”– Poesia Fast (Vincenzo Cinanni)
Un’antica moneta strinsero le mie mani.
Sapeva di corsari, di pirati, di abbordaggi a spada.
Risveglio salmastro fu.

”Mani Festa” – Poesia Fast (Vincenzo Cinanni)
Si uniscono in virtuale assise,
per completare il puzzle da sera.
Neofita sono di… fast poetare.
Mi adeguo al corso… del mio istinto”.
Hace aproximadamente una hora • Me gusta

”Abbraccio’‘ – Poesia fast (Vincenzo Cinanni)
Le pagine del mio avito quaderno
comprendono le parole
come una conchiglia di
madreperla scura.

”Mani di mare” – Poesia Fast (Vincenzo Cinanni)
Come fendente ritengo emozione d’acchito.
Subisco le spume. Trattengo l’onda.
Man di MARE.

”Aladino” – Poesia fast (Vincenzo Cinanni)
Conduco un cordiale certamen.
Salto a tempo… con due dita,
sul tappeto da nera tastiera.
E penso … sotto la luce… della mia lampada’.

”Sibilo” – Poesia fast (Vincenzo Cinanni)
Alito d’avvicinamento.
Il vento avvolge.
Estro d’avventure umane
insegna la vita.
Se mani ascolto… l’Anima e’ desta!.

”Saranno MANI”– Poesia Fast (Vincenzo Cinanni)
Pensieri che creano chiasmo d’ombra.
Rivelatori di scia da calamaio.
Ripenso la stretta… via.
Percorro contro mano la mia… poesia”.

“ AN-DITO” – Poesia Fast (Vincenzo Cinanni)
Giungere dita, che singolari
vogliano unirsi in stretta.
Di mano, l’incontro s’avanza,
stringendo l’intento del verso.
Da’ corpo il principio… d’entrata.
E’ l’ombra di un palmo,
che sta aprendo la schiusa
al mio libero essente.
SEGUENDO UN TEMA… RISOLSI IL PROBLEMA.

”Discrezione” -Poesia fast (Vincenzo Cinanni)
Mani che si chiudono in tasca.
Timidezza che attraversa… il rispetto di una penna.
Solchi che tracciano un percorso.
do MANI.

”Azione Vibrante” – Poesia Fast (Vincenzo Cinanni)
Accarezzandola…
sentii l’elettricita’ di due nuvole esplose.
Lo sguardo indico’ la nostra via.
La portai con me… nel cuore.

“Il mio canto libero”– Poesia Fast – Fuori concorso (Luigia Paglia)
Tra le mani un raggio di luna
negli occhi riverbero di sole
nell’anima una canzone

Ritorna glaciale
sensazione errante

Tra le mani un cristallo di neve
nel cuore una stella che cade
nella mente un ritornello

Ritorna bruciante
emozione bugiarda

Tra le mani la scia di una melodia
sul corpo le memorie di una geisha
nella voce il tremolio di un sogno

“Mani” –Poesia Fast – Fuori concorso (Monica Pasero)
Mani alzate nel cielo del mondo
Mani che implorano lo stesso bisogno
Mani distese nell’ aiutare
Mani di chi ancor può fare
mani di chi lavora da sempre
mani di ricchi e di povera gente
mani nere, gialle o bianche
mani di anime ora stanche
Mani che s’ uniscono in un solo pensiero
mani giunte dal bianco al nero
mani unite nel loro pregare
mani che lottano senza catene
per uccider il male e far vincere il bene.

“Fumo” – Poesia fast-Fuori Concorso (Elisabetta Bagli)
I miei capelli, un’ala scura
sulle tue ginocchia.
Marchio la tua pelle
con il fuoco delle mie mani,
mentre le unghie incidono rose.
Chiudiamo gli occhi.
Fremente, aspiri l’odore
delle nostre vite.
Vibrante, aspiro il battito
dei nostri cuori.
Fumo e muschio nell’aria
e su tavoli coperti di miele.
Fumo e muschio sulle labbra
e nelle fibre della nostra follia.

“A mani vuote”– Poesia Fast (Andrea Leonelli)
Mani che uniscono
o percuotono lo spazio
che ora separa me
dal passato che gravava
sulla mia vita
tagliando la pelle
delle dita legate.
mani che lontane
sono intrecciate
a ponte su distanze
a ricucire il tempo non avuto
mani che sfiorano
lettere in sequenza
per fruitori ignoti
mani che lavorano,
lavano e faticano
mani che crescono figli
o li perdono in un istante
mani che creano o che distruggono
strumenti da usare con cautela
mani d’amore o di dolore
mani che costruiscono il mondo
perchè anche occhi ciechi
e cuori spenti
non abbiano ad andarsene
a mani vuote

“Ricostruendo”– Poesia Fast (Andrea Leonelli)
Rimasi con un pugno di mosche
e uno nel cuore
e vidi mani colpire
colpire me
vidi il dolore
sbocciarmi negli occhi
vidi i miei sogni crollare
come castelli di carte
al vento
avevo perso le speranze
ma le cercai tastando nel buio
avevo perso la luce
e mi accesi un fuoco
mi scaldo le dita gelate d’inverno
avevo perso la vista
e guardavo lo stesso attorno a mani tese
riconobbi i volti al tocco
e imparai quale carezza amavo
ricostruisco il mio mondo ogni giorno
ed edificherò sogni nuovi
con mattoni cotti al calore
di un amore nuovo
le dita intrecciate
di due mani avvinte
parlano più di mille parole

“Il tocco” – Poesia Fast- Fuori concorso (Roberto Ioannilli)
Ascolto del piacere nel sentire
poi scendere sino al dolore
contatto del godere pensieri di forme.
Impressionanti grovigli di mente fatte mani
Seduzioni delicate
subbuglio di bocche emozionate, bagnate, impazzite!
Tocco consapevole dell’esistere
è vita nel suo splendere.
Poi sarà insopportabile dolore
… mai più toccare!
Baciare/sentire/avere lei il mondo.
Distruttivo oblio di morbida pelle.
Ti odio tempo per quel tocco breve d’eternità,
e tu morte non avrai
la magia di sue tenere carezze..
di pelle
pressione calda
di sorriso ti guarderò nell’attimo di morire …
ma sulla bocca
tra le mani
avrò il tocco del suo viso.

“Io sono” – Poesia Fast – Fuori concorso (Antonietta Caputo)
Io sono ,come un cantore
che canta d’amore

o come un dolore urlato
dell’Io nascosto

di emozioni provate
di vita vissuta

Io sono
uno scritto,

dentro un foglio piegato
forse un poco ingiallito

un ricordo
di qualcuno che legge
o che mai leggerà…

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply

    NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!