Senza categoria

“Castelli di sabbia”

“Castelli di sabbia”

Ogni giorno tu,
la tua vita, il tuo sorriso,
i tuoi nei che il tempo non ha cancellato,
i tuoi nei che accendono la mia fantasia.

Ogni giorno tu,
la tua voce che cade su di me,
calda come una pioggia estiva
inumidisce le mie membra
che da sempre hanno sete di te,
che da sempre vogliono vivere la tua carne.

Ogni giorno tu,
imprigionato nei miei sogni,
vaghi nei miei castelli di sabbia
che non vogliono farti andar via.
Ma le onde arrivano,
puntuali arrivano.
Distruggono tutto.
I ricordi, no.

Costruisco ancora castelli di sabbia.
Lo farò fin quando il vento
che mi dà la vita
animerà questo mio corpo nudo.
Li abiterai tu.
Lì, ci sarai tu.
Ogni giorno tu.

Elisabetta Bagli (dal libro “Voce”)

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply
    Giancarlo Serafino
    Ottobre 27, 2012 at 5:52 pm

    la vittoria dell'Eros sulla ragione. Ogni onda può essere un meccanismo di difesa che momentaneamente fa emergere la ragione, ma la costruzione fantasmagorica dell'eros prende il sopravvento sempre.

  • Reply
    Elisabetta Bagli
    Dicembre 23, 2012 at 5:16 pm

    Grazie mille Giancarlo. La tua acuta analisi è davvero un onore per me e mi fa immenso piacere scoprire dal tuo commento che il mio messaggio sdia arrivato.

Leave a Reply