Angelo Carlos Ruiz Zafón Gioco Il gioco dell'angelo Libri letti da me Mondadori Romanzo

“Il gioco dell’Angelo” di Carlos Ruiz Zafón.

“Il gioco dell’Angelo” di Carlos Ruiz Zafón.

Siamo negli anni Venti e il protagonista, David Martin, è un giovanissimo scrittore di che non ha molti mezzi a sua disposizione, ma è dotato di un grande talento. E’ un autore di romanzi a puntate per un giornale locale. La sua vita cambierà radicalmente nel momento in cui riceverà una proposta di lavoro ben remunerata ma molto misteriosa da un altrettanto misterioso editore parigino. L’atmosfera è di stile gotico come ne “L’ombra del vento”, ma la storia in questioe è npi8ù adulta e complessa. Qui il soprannaturale ha un valore molto più forte, siamo catapultati in una Barcellona più cupa, violenta e sanguinosa, nonostante non abbia ancora avuto luogo la guerra civile.
I personaggi de L’ombra del vento sono facilmente riconoscibili e si può accogliere con un po’ di scetticismo il tentativo di stabilire qualche collegamento tra i due racconti, così come alcune particolari analogie, ma i due romanzi sono completamente diversi.
Il protagonista è ossessionato dai propri demoni artistici, e dal debito nei confronti del proprio benefattore. Ci sono numerosi colpi di scena, sogni, allucinazioni, simboli ovunque, tutti elementi che hanno un loro fascino e contribuiscono a tenere il lettore con la curiosità di finire il libro, pagina dopo pagina. Un libro molto interessante che è una sorta di metafora di come il male possa riuscire a mani polare le vite degli uomini e i loro sensi. La conclusione del romanzo non è tra le migliori, lascia un senso di incompiutezza, in quanto è una conclusione onirica che ci prefigura una promessa che poi a conti fatti non viene mantenuta, nonostante la scrittura sia molto coinvolgente

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply